.

accoglienza

  • PALERMO. Nuovo maxi sbarco con 993 migranti arrivati questa mattina nel porto di Palermo. La nave norvegese Siem Pilot del circuito Eunavfor medcon ha trasportato 657 uomini, 100 donne e 136 minori dal canale di Sicilia a Palermo.
    Tra loro anche un bambino nato a bordo della nave Pilot ieri sera alle 19. Il piccolo, che acquisisce così la cittadinanza norvegese, sta bene e pesa quasi 3 chili. Si chiama Seabear, come una delle due scialuppe di salvataggio che hanno soccorso la mamma.
  • Fra sabato e questa mattina sono sbarcati in Sicilia 1063 migranti di cui 130 minori. dopo le operazioni di rito saranno tutti dirottati in altri centri d'Italia perchè qui in Sicilia non ci sono posti disponibili.
  • Comincia il nuovo anno e come da previsioni ripartono gli sbarchi sulle nostre coste della Sicilia, Calabria, Puglia e Sardegna. I migranti provengono dalla Guinea, Costa d'Avorio, Mali, Algeria, Iran, Iraq, Bangladesch.
    Arrivati fra l'altro 21 bambini tra i quali neonati.
  • E' molto interessante sapere anche da dove provengono i migranti che approdano sulle nostre coste.....etnie che poi vanno a mescolarsi nei centri di accoglienza con conseguenze di convivenza alcune volte che portano a creare dei veri e propri " Clan" differenziati da cultura, tradizioni, e stili di vita e semplici abitudini.
    I porti maggiormente interessati. Sono Augusta (22.926), Catania (16.824), Pozzallo (16.405), Messina (14.869), Reggio Calabria (14.403), Palermo (13.598), Trapani (13.231) e Lampedusa (10.997). Per quanto riguarda le nazionalità, il 21% ha dichiarato di provenire dalla Nigeria. Seguono Eritrea (12%), Guinea (7%), Costa d’Avorio (7%), Gambia (7%), Senegal (6%), Mali (5%), Sudan (5%), Bangladesh (4%) e Somalia (4%).
  • L'ultimo aggiornamento dal Viminale ci dice che abbiamo battuto il record del 2014 per quanto riguarda l'arrivo dei migranti siamo a quota 171.299 con un + 18,9% rispetto allo scorso anno. Ma ormai le strutture temporanee, i centri di accoglienza e gli hot spot sono al collasso. Ad oggi si contano 176.720 persone ospitate. Di questi la stra grande maggioranza sono stati sistemati dal Viminale in Lombardia (13%). Seguono il Lazio (9%) e poi, con l'8%, la Sicilia, il Veneto, la Campania e il Piemonte.

Questo spazio vuole sensibilizzare e chiarire il fenomeno immigrazione del quale negli ultimi tempi abbiamo visto un crescente aumento. Ci mettiamo dalla parte di chi vive in un paese dove il fenomeno occupa tutti i giorni ampio spazio su tutti gli organi di informazione causando molto spesso una confusione tale da creare molto spesso il malcontento fra la stessa cittadinanza ospitante.

L’immigrazione in Italia, se ci si riferisce allo stato unitario, appare come un fenomeno relativamente recente, che ha cominciato a raggiungere dimensioni significative all’incirca nei primi anni settanta, per poi diventare un fenomeno caratterizzante della demografia italiana nei primi anni del XXI secolo

Secondo le definizioni fornite dall’ISTAT, la popolazione immigrata non va confusa con la popolazione straniera: la popolazione immigrata è composta da tutti i residenti che sono nati all’estero con cittadinanza straniera, anche se hanno successivamente acquisito la cittadinanza italiana; mentre la popolazione straniera è composta da tutti i residenti che hanno cittadinanza straniera, anche se sono nati in Italia[

Secondo Eurostat, al 1º gennaio 2015 l’Italia era il quinto Paese dell’Unione europea per popolazione immigrata, ovvero nata all’estero, con 5,8 milioni di immigrati, dopo Germania (10,2 milioni), Regno Unito (8,4 milioni), Francia (7,9 milioni) e Spagna (5,9 milioni)]. Era invece il terzo Paese dell’Unione Europea per popolazione straniera, con 5 milioni di cittadini stranieri, dopo Germania (7,5 milioni) e Regno Unito (5,4 milioni) e davanti a Spagna (4,5 milioni) e Francia (4,4 milioni) Per numero di immigrati in percentuale rispetto al totale della popolazione residente, l’Italia si classificava al diciannovesimo posto (su 28) nell’Unione Europea (con il 9,5% di immigrati sul totale della popolazione), mentre per numero di stranieri all’undicesimo posto (con l’8,2% di stranieri).

Alcuni dati in relazione al numero di migranti arrivati in Italia nel 2104 e 2015

2014  Arrivi 170.000

2015 Arrivi 153.842

2016 Arrivi circa 171.299

aggiornamento al 29 novembre 2016

171.299 sulle nostre coste al 28 ottobre 2016, di cui 20mila minori non accompagnati. Quindi Il 19% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.